4177 visitatori in 24 ore
 194 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro



Massimiliano Moresco

Mi chiamo Massimiliano Moresco, sono nato a Genova nel 1976. Potrei iniziare la mia biografia dicendo “fin da quando ero piccolo, anzi in culla, anzi prima della nascita, ho avuto una naturale propensione per la scrittura.” Che poi, tra l’altro, perlomeno nel mio caso, non è nemmeno vero. Anzi. In ... (continua)


La sua poesia preferita:
Come Prévert
Egli gridò,
gridò il suo sdegno
al cielo
per un mondo
ridotto a stagno
con rane saltellanti
dal suo sé
così distanti.

Però sorrise
al confine dei monti
che celava
i suoi racconti
le sue...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Io e la mia ombra
Fummo silenzi ostili
e tu su me,
ombra avvinghiata,
armatura sventrata
per poco avvolgesti i miei canti.

Fosti un corno che fiutava l'aria
ed ogni fiato seminava furia
dov'io mangiai di sbieco
la valvola della tua anima svuotata....  leggi...

Occhi di seta
Quando parli col pensiero in grembo
e la tua voce si diffonde profonda
come la pianta che radice affonda,
il tuo timbro è poesia.

Quando il tuo sorriso di mezzaluna
lampeggia sorridendo nei cieli neri
illuminando quegli oscuri pensieri,
la...  leggi...

Cosa sarà
Cosa sarà del lungo silenzio
quando sarà violato dalle parole
quando saremo in un campo di viole
a morire soli come Soli tra le stelle.

Cosa sarà del furore delle vette
quando il rumore diventerà fragore
quando saremo...  leggi...

Una dolce preghiera
E' una dolce preghiera
l'accovacciarsi di un figlio
nel grembo di madre.

E' un dolce sognare
sentir quei palpiti
fin dai primi vagiti
di sospiri e aliti.

E' una speranza d'immenso
quel dolce cantare
quel suono che sale
e nel quale...  leggi...

Ali di cigno
Occorre essere un po incoscienti
per essere almeno ridenti
per spiccare il volo con ali di cigno
per smembrare quel viso
col tempo, divenuto arcigno,
per essere ruscello che solca praterie,
diventare quella prateria che si liscia
con il dolce palmo...  leggi...

Genova
Genova la tua bocca
è uno specchio grigio
che inghiotte, in gola vorace
ogni sussulto di marea.

La vedi dal mare, distesa
sperse case accatastate come legna
una sopra l'altra, sparse.

Genova difesa da densi muri
noncurante, senza...  leggi...

L'anima mercuriale
Quanta amarezza trascino tra le stanche braccia
quanto tormento assegno al mio cuore
acciottolo pensieri nel sentiero dell'anima
per favorire i suoi rotondi ghirigori.

Sono una spugna che assorbe dolore
traggo dall'esistenza stille di sudata...  leggi...

Voglio strisciare
Voglio strisciare
per annichilire il mio orgoglio
sfrontato, teso, avvolgente.
Rido in faccia al mio avversario
nel becero duello apparentemente vario
nell'umiliazione, sconfitto oltre il pudore,
leggo sulla sue ciglia a mezzaluna
stordente...  leggi...

Massimiliano Moresco
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Come Prévert (10/03/2014)

La prima poesia pubblicata:
 
Maestri (10/12/2012)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Stupore (07/01/2018)

Massimiliano Moresco vi consiglia:
 L'inchino del sole (02/01/2013)
 Lieve (23/12/2012)
 Una goccia sospesa nell'immensità (07/01/2013)
 Il cielo nel nido della mano (23/07/2013)
 Maledetta bolla di sapone (05/06/2013)

La poesia più letta:
 
Come Prévert (10/03/2014, 3610 letture)

Massimiliano Moresco ha 9 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Massimiliano Moresco!

Leggi i segnalibri pubblici di Massimiliano Moresco

Leggi i 1639 commenti di Massimiliano Moresco


Leggi i racconti di Massimiliano Moresco

Le raccolte di poesie di Massimiliano Moresco

Massimiliano Moresco su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 05/02/2017
 il giorno 30/01/2016
 il giorno 23/01/2015
 il giorno 16/01/2014

Autore della settimana
 settimana dal 22/09/2014 al 28/09/2014.
 settimana dal 28/04/2014 al 04/05/2014.
 settimana dal 02/12/2013 al 08/12/2013.

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Massimiliano Moresco? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Massimiliano Moresco in rete:
Invia un messaggio privato a Massimiliano Moresco.


Massimiliano Moresco pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

I Rusteghi

"I Rusteghi" sono quattro cittadini veneziani del medesimo stato, della stessa fortuna e di ugual carattere: (leggi...)
€ 0,99


Questa poesia è pubblicata anche nel sito RimeScelte

Massimiliano Moresco

Cosa sarà Riflessioni
Cosa sarà del lungo silenzio
quando sarà violato dalle parole
quando saremo in un campo di viole
a morire soli come Soli tra le stelle.

Cosa sarà del furore delle vette
quando il rumore diventerà fragore
quando saremo in fondo alla valle
a masticare conflitti tra le mascelle.

Cosa sarebbe se al posto dei sogni
ad ogni va detto per ogni concetto
lascivi pensieri lavassero mani
troppo sporche per cogliere tulipani.


Massimiliano Moresco 07/01/2014 05:06| 10| 2688

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Una sorta di ricerca, nell'affacciarsi di domande troppo grandi per avere risposta.
Ricerca della bellezza, della purezza, e al tempo stesso un monito che potrebbe essere rivolto a tutto il genere umano, che si sporca le mani dimenticando o voltando la testa di fronte alle meraviglie del mondo.
La prima strofa mi ha inchiodato alla lettura.»
Fiammetta Campione (09/01/2014) Modifica questo commento

«Il dubbio accompagna l'uomo saggio sino alla fine... il Poeta suggerisce le domande da porsi per spronare il lettore alla ... riflessione... ed i suoi versi fanno certamente riflettere.
Molto bella!»
Club ScrivereDuilio Martino (09/01/2014) Modifica questo commento

«una ricerca intensa di ritrovarsi... di ritrovare ciò che forse sembra lontano... un bisogno di silenzio per poter attingere energia dai suoi pensieri ... bellissima lirica»
Club Scriverecarla composto (08/01/2014) Modifica questo commento

«Sempre più bravo il poeta che continuala a porsi domande e ad osservare intorno per non finire intrappolato tra confini di vita pratica desiderando di rimanere libero nei pensieri per migliorarsi e migliorare.»
Club Scrivererita iacobone (08/01/2014) Modifica questo commento

«Questo bisogno di un cercare costante la purezza dell'anima e con essa la pace interiore, attraverso la metafora di un delicato tulipano, dall'esile stelo dal suo corposo e intenso fiore che nella sua pienezza contiene la perfezione, come avvicinarsi senza aver timore di contaminarlo con quelle falde inquinate dai veleni che la vita ci rovescia addosso?... Sono domande che ci si pone, trovare esaurienti responsi non è semplice, ma dei silenzi possiamo far tesoro, creando il vuoto attorno allo sconfinato scompiglio, si potrà osare d'avvicinarsi con sguardo sincero a tale purezza.
Ottima riflessione, che lascia più interpretazioni.»
Catia Dinoni (08/01/2014) Modifica questo commento

«La poesia può riferirsi all'umanità come al singolo individuo, nulla cambia, la sorte è comune. Emerge però una separazione fra le prime strofe e l'ultima, sottolineatà dal cambiamento dei tempi verbali e dal tipo di immagini (peraltro davvero ispirate) che l'autore propone. Da un futuro inevitabile e sconosciuto, perenni domande frutto delle nostre fragilità e timori, ad un condizionale frutto della consapevolezza delle storture umane.
Immagini toccanti, vere e malinconicamente intrise della condizione di "solitudine" di ogni uomo contrapposte a quelle, altrettanto vere, del nostro lato "sporco".
Perla:
"A morire soli come Soli tra le stelle."»
nemesiel (08/01/2014) Modifica questo commento

«Una poesia sulla condizione umana in genere. Almeno così la leggo. Tutti moriamo soli come i Soli tra le stelle (bellissima immagine e gioco di parole e significati) sia che si tratti di una morte dell'anima che non trova il suo percorso, che di una morte fisica nel vero senso della parola. L'universo si spegne sia per quelli che chiudono gli occhi per sempre che per quelli che continuano a vivere un esistenza già morta perché troppo incentrata sul proprio io e sulla propria vita, chiusi nel loro egocentrismo.»
Simona Biancolin (07/01/2014) Modifica questo commento

«I tanti interrogativi a volte non danno risposte. Sta a noi saper scegliere la via della purezza, per avere le mani sempre pulite.»
Club ScrivereDonato Leo (07/01/2014) Modifica questo commento

«Massimiliano è sempre bravo nell'esprimere i Suoi concetti, i Suoi turbamenti, le Sue debolezze e la Sua forza attingendo da ciò che lo circonda... la Natura!
Il bisogno del silenzio... la necessità di potersi allontanare dal rumore inutile per potersi concentrare e godere i pensieri ed i segreti del cuore in modo nuovo... più pulito... più vero...»
Club ScrivereRiccardo Ruschetti (07/01/2014) Modifica questo commento

«E qui c'è decisamente un desiderio di purezza: le parole possono macchiare la perfezione del silenzio e mani sporche non possono cogliere rossi tulipani. Si percepisce un velo di tristezza e solitudine in quel morire solitario del sole come se non appartenesse al mondo agognato che appare irraggiungibile, come se si rinunciasse in partenza a conquistarlo, ma chi l'ha detto che bisogna prima lavarsi le mani?»
Club ScrivereCarla Colombo (07/01/2014) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Riflessioni
Protoligure
Noi poeti, ciechi, allibratori
Un giorno
Senza titolo
La coscienza di un libro
Buonanotte
Senza volti
Edipo
Amen
Sinapsi
Ehi scalpita! Almeno quello
Mi hanno detto
Ti ho detto
Sarò finto
Sarà facile
Fossi Dio
Sono produttivo, aimè
Sospeso
Senza volto, via crucis dell'essere
Mutazioni
Reietto
È vero
Piccola nicchia
E così sia
Jihad
Sole
Ispirazione
Tempo
Torsioni
Latente
Il nulla
The end
Asserragliati sull'alba
Umani in divenire
Disdetta
Essi vivono
Weltanschauung
Sonno
Verità
Obbedienza
Diacronico
Dossi
Degrado
Senza titolo
Caos
Hybris
Ossidiana
Verso il futuro
Spiritualità
Nuove albe
Sarà
Serpi
Sensibile, esperibile
Senza antidoti
De- finirsi
Canne mozze
Belli senz'anima
Omelette
Demiurgo
A Vik Arrigoni
Falò
Rimozione
Ossa
Mercurio crasi
Lentezza
Guardandomi al mattino allo specchio
Soffierei sul sogno
Chi ama col fiore in bocca
Rigurgito il cuore mio
Maieutica
La poesia è morta tra le mie labbra
Acrobati
Gabbie
Rilevazioni
Dialoghi con Cartesio
Non sognare
Assordante silenzio
Cosa sarà
Stella tra le stelle
Un canto
Liberismo. Ma la libertà?
Maestri?
La mano invisibile
Fare anima
Spina nel cuore
Orizzonti urbani
Un tizio molto realista
L'inganno della coscienza
Io contadino
4 novembre 2011, Genova
Un matto
Bello si, ma bla, bla
Desueto
Pigmalione
Curriculum vitrei
Un altro giorno
Sere sfitte
Poesia che dal basso ventre nasci
La mia libertà
La mia parte invisa
Maschere
Diversamente abile
Un Dio è morto sulla croce
Il sonno della ragione
Voglio credere
Osare
Zeitgeist- Lo spirito del tempo
Tempesta
Cadono croci
Darò fuoco
Daremo tutto
Qualcuno
Volare strisciando
Fa male
Mendicare brina
Seguendo indefiniti prana
La loro tenera essenza
Il cielo nel nido della mano
Tedio
Ho visto
Così, tanto per parlare
Paranoia
Anelato solstizio
Se io fossi
Quanto è cupo il cielo
La ribellione
La mia pelle sociale
Sono qua ad un minuto dal cielo
Democrazia
Scusate, scusate (filogenesi di una cura)
Confessioni
Aggregazione
Organza
Mio malgrado
Ribelle
Burattino
Senza titolo
Ipocrisia
Atomo
Mietere inesattezze
Scaviamo fosse
Paranoia adolescenziale
Il martello di Nietzsche
Libellule d'imago
Amore
"Un non vedente"
Ossessione che dissangua il tempo
Ideale?
L'inchino del sole
Esiziale

Tutte le poesie



Premio Scrivere 2013
Diversamente abile Oltre la porta (Riflessioni)
Stella Tema libero

Massimiliano Moresco
 I suoi 2 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Voci (08/01/2015)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Microchip (27/03/2015)

Il racconto più letto:
 
Voci (08/01/2015, 604 letture)


 Le poesie di Massimiliano Moresco



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it